UNA NUOVA SFIDA PER STAGNOLI: MINI STAMPI PER INGRANAGGI IN TERMOPLASTICA

13 Giugno 2019

Lo sviluppo tecnologico e le tendenze più moderne sono orientati sempre più verso la riduzione delle dimensioni dei dispositivi meccanici, ottici ed elettronici. Per seguire il progresso e le esigenze di mercato abbiamo risposto prontamente, pensando in grande ma con uno sguardo proiettato al piccolo. La nostra sfida: la creazione di mini stampi.

Da sei mesi, con l’acquisto di una mini pressa, il nostro ufficio tecnico ha dovuto affrontare una nuova prova ed immergersi nel mondo dei mini ingranaggi in tecnopolimero e, più in generale, dei mini componenti in plastica.

CONDIVIDI
EmailWhatsApp




Mini stampi: una sfida complessa

La sfida è stata ardua perché, a parità di particolari di cui è costituito uno stampo di dimensioni medio grandi, la difficoltà è stata adattarli alle dimensioni così ridotte dei portastampi (96x96 mm o 75x75 mm).

Nonostante le difficoltà tecniche, la prova è stata superata brillantemente e ha portato alla luce mini stampi di ogni tipo, con iniezione sottomarina o a camera calda, per ingranaggi in Poliammide, POM e anche per tecnopolimeri avanzati come PA46 e PEEK del peso minimo di 0.01gr e massimo di 15gr.

Stagnoli propone una soluzione competitiva

Questa soluzione, unita alla particolare efficienza energetica della pressa, ci permette di produrre con un costo orario ultra-competitivo. Inoltre, la velocità della pressa e la sua affidabilità, la fa competere a livello di pezzi\h con stampi a più cavità montati su presse tradizionali, ma con costi di stampo e attrezzaggio ridotti.

Contattaci per avere informazioni e realizzare i tuoi mini stampi per prodotti customerizzati.

NEWS SUCCESSIVA