INGRANAGGI IN TECNOPOLIMERO PER IL SETTORE AUTOMOTIVE: STAGNOLI VINCE LA SFIDA CON L’INNOVAZIONE

17 Luglio 2019

Il settore Automotive è in continua evoluzione con un chiaro obiettivo: migliorare e alleggerire il veicolo. Si interviene sempre più sul peso complessivo del mezzo, andando a sostituire componenti metallici con parti e ingranaggi di plastica, pur facendo particolare attenzione all’aerodinamica; si cerca, poi, di migliorare l’aderenza soprattutto sulle auto sportive ad alte prestazioni con delle “parti mobili” denominate “spoiler attivi”, ossia con dei dispositivi aerodinamici che si inseriscono e/o cambiano forma e/o inclinazione in base alla velocità sostenuta. Queste “parti mobili attive” normalmente sono poste sulla parte posteriore del veicolo e vengono chiamati “spoiler”, ma possono essere poste anche su altre parti della carrozzeria o del fondo scocca prendendo in questo caso il nome di “diffusori” o “deflettori”. Questi sono utili anche in caso d’emergenza, quando è necessaria una violenta frenata mentre si procede ad alte velocità.

 

CONDIVIDI
EmailWhatsApp




Produzione di ingranaggi in tecnopolimero per il settore automotive: Stagnoli è l’azienda di riferimento

Qualità, know-how e tecnologia hanno permesso a Stagnoli di porsi con competenza e competitività anche su questa fetta di mercato, progettando e producendo ingranaggi in tecnopolimero che sono alla base della movimentazione delle parti mobili attive. Per ogni tipologia di applicazione ha scelto in modo accurato il tecnopolimero più adatto, ponendo particolare attenzione alle condizioni a contorno (stress, temperature di esercizio, ambiente in cui lavorano gli stessi ingranaggi). I risultati ottenuti hanno dato ragione ancora una volta all’azienda di Lonato (BS), permettendole di conseguire una nuova vittoria nella sfida tecnologica e di progresso.

Contattaci per sottoporci la tua richiesta in merito agli ingranaggi di plastica per il settore automotive o a qualsiasi tipologia di progetto che stai sviluppando.

NEWS SUCCESSIVA